Carlo Ludovico Ragghianti e il progetto Miac

Descrizione: 

Nel novembre del 1966 l'alluvione stravolge Firenze, provocando danni ingenti anche dal punto di vista artistico: le immagini degli angeli del fango intenti a recuperare l'enorme patrimonio culturale sommerso dalla melma fanno il giro del mondo. Mentre i laboratori di restauro avviano il recupero delle opere, lo storico dell'arte Carlo Ludovico Ragghianti lancia un appello internazionale per la costituzione di un Museo Internazionale di Arte Contemporanea che risarcisca Firenze rilanciandola come «centro di vita artistica contemporanea». Il primo nucleo della collezione si forma proprio grazie al contributo degli oltre duecento artisti che accolgono il suo invito, i cui lavori, inviati in gran parte entro il gennaio del 1967, vengono riuniti nella mostra Gli Artisti per Firenze, inaugurata nel febbraio dello stesso anno a Palazzo Vecchio. In molti casi gli artisti che aderiscono alla mostra non giungono a Firenze per la prima volta; già nel dopoguerra si era registrata infatti una vivace frequentazione della città grazie a importanti gallerie (tra cui si possono qui ricordare Numero di Fiamma Vigo, Quadrante di Matilde Giorgini e La Vigna Nuova dei fratelli Danilo e Sergio Santi) e all’intensa attività della Strozzina, neonato spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea diretto dallo stesso Ragghianti.

audio descrizione: 
6
#9e3f54
25,105
25,105
25,105
25,105
25,105