Mario Cavaglieri, I fidanzati, 1919

Titolo didascalia: 
I fidanzati
Data: 
1919
Autore: 
Mario Cavaglieri
Tecnica realizzativa: 
olio su tela
In concessione: 
Collezioni civiche - Raccolta MIAC
Descrizione: 

Nato e cresciuto nella Rovigo altoborghese, Mario Cavaglieri (1887-1969) decide di dedicarsi alla pittura nel 1907, dopo una formazione in legge acquisita presso l’Università a Padova. Sarà la breve esperienza parigina del 1911 – cui seguirà il definitivo trasferimento in Francia dal 1925, tra Parigi e Auche/Peyloubère – a innestare nella sua pittura un tocco post-impressionista di particolare espressività cromatica, retaggio anche del senso del colore tipicamente veneto. I colori, vigorosi e vivaci, vengono stesi con pennellate dense e generose che sembrano materializzare gli oggetti della scena; oggetti che spesso riproducono atmosfere eleganti e sofisticate. È il caso del grande dipinto I fidanzati, che porta sulla scena il presagio e il disagio di una rottura amorosa, riferita agli amici Letizia Crivellari e Carlo Olivotti ma allusiva anche al personale – e temporaneo – distacco fra l’artista e Giulietta Catellani. I due fidanzati, così come gli altri personaggi, appaiono isolati e assenti; un silenzio plumbeo grava sul salotto, arredato con medaglioni, mobili e dipinti antichi e raffinati.

Anteprima: 
Riproduzione: 
audio descrizione: