Alberto Magnelli, Pierre n.30, 1933

Titolo didascalia: 
Pierre n.30
Data: 
1933
Autore: 
Alberto Magnelli
Tecnica realizzativa: 
olio su tela
In concessione: 
Collezioni civiche - Dono Alberto Magnelli
Descrizione: 

La serie delle Pierres (1931-1935) nasce da una sorprendente visita alle cave di marmo di Carrara nell’estate 1931, cui segue una riflessione sull’immagine che viene progressivamente decostruita in favore dell’astrazione. I blocchi di pietra appaiono così frantumati, esplosi, disintegrati, galleggianti nell’aria, diventando monumenti silenziosi di un tempo che si è spezzato, che si sgretola e si smembra. Come scrive Italo Calvino in occasione di una mostra di Magnelli,
«Forse in questo mondo di pietra non c'è né un prima né un poi: il tempo delle pietre è concentrato nel nostro interno dove si addensano le ere. Neanche lo spazio che ci circonda conosce il tempo, per cui possiamo restare sospese lasciando che la forza di gravità si eserciti tra le nostre masse che si fronteggiano immobili. Ma anche noi nella nostra superficie scavata e scheggiata e rotta ci portiamo addosso una storia, tracce di eventi irrevocabili che non si situano in un quando né in un dove».
 

Anteprima: 
Riproduzione: 
audio descrizione: